Sentinelle dall’alto

Vi ho detto che a Faenza ci sono le cicogne, vero? Che ce ne sono tante e scorrazzano in cielo libere e maestose? Che sono come cittadini speciali per i faentini? Che sono bellissime? Sì? Bene…

Tutte le mattine arrivo a Faenza dalla via Emilia. All’ingresso della città, dove si sceglie se percorrere la circonvallazione esterna verso Forlì oppure entrare nel borgo hanno costruito una rotonda. Carina come rotonda, sembra un ufo, quasi spoglia, inanellata, con al centro, in alto, un unico, contortissimo ulivo secolare.
E attorno un circolo di lampioni che poi si distribuiscono lungo le varie vie di passaggio.
Molte mattine quei lampioni sono occupati. Occupati dalle cicogne, che dall’alto, appollaiate su di una sola zampa, scrutano il passaggio. Come sentinelle. Ne ho contate fino a 20 un giorno, una per lampione, tutte lì, ferme, a guardare in basso.
E a terra ci siamo noi, gli umani e le nostre opere…
Paiono assomigliare a vecchi, che seduti davanti alla porta di casa, osservano il viavai della gente che passa.
Paiono incuriosite. E’ una cosa bella a vedersi. Vorrei potervele mostrare in foto, ma, sempre sola in macchina, rischierei di andare a fare compagnia all’ulivo, nel mentre provo a catturare la magia del momento.

Oggi mi sono chiesta cosa pensino le cicogne, a vederci, tutti indaffarati, rumorosi, schiamazzanti, crudeli, incomprensibili, noi uomini.
E cosa pensino di noi gli altri esseri della Terra, quando ci incontrano e si scontrano con le nostre “creazioni”. Noi che crediamo di avere una risposta a tutto, che ci illudiamo di poter gestire il mondo, di controllare la natura e tutto il creato. Noi che distruggiamo, ammazziamo, disintegriamo ciò che viene il contatto con le nostre società. Noi, “umani”.

Cosa pensano le cicogne dall’alto dei loro lampioni?

Senza Categoria

Annunci

Astralla View All →

Combatto tutti i giorni perchè questa visione limpida rimanga nelle mie corde, come se lo sguardo fosse sempre quello di un bambino, come un suono puro.

14 Comments Lascia un commento

  1. Ciao sono miss cicogna’…la cicogna che ti guarda da la…. che commento…..ragazzi miei..ma che fretta avete..andate tranquilli…e vivrete più sereni…
    Ciao a tutti Cic….

    Mi piace

  2. che bello! mi sembra proprio di vederle lì appollaiate sul loro lampione! Sicuramente penseranno che siamo dei matti, avanti e indietro dentro quelle scatolette metalliche con le ruote che sbuffano smog!
    E’ sempre un piacere leggere i tuoi articoli 😉

    Mi piace

  3. Sai che pur andando a Forlì non sono mai stata a faenza..eppure pensa che per 15 anni della mia vita abbiamo avuto anche un appartamento a Cesenatico! Quindi ero quasi romagnola! ;O)

    Sai cosa mi viene sempre in mente quando sento parlare di ciocgne? Il titolo di un libro scritto da Vecchioni: “Le perole non portano le cicogne”

    Come vedi sono quasi le 4…quindi buon risveglio!

    Mi piace

  4. Stefania…grazie… 😀

    Lo stupido…tu non lo sai ma il loro manager le ha cedute a faenza con la clausola di costruire un supermercato con il loro nome.. ;)..infatti ora c’è il C.C. Le Cicogne… ;)…Magari potrebbero venire in vacanza a fidenza uno di questi dì 😉

    Nikita…forse avranno affidato il compito interamente ai cavoli e si saranno presi un periodo sabbatico… 😉

    Pib..Viola…quanta verità! 😀

    Sonia…ma dai! Sarà per quello che un pò ci assomigliamo! Hai mantenuto un pò di romagnolità ;)…ma cosa ci fai sveglia a quest’ora! :O

    Ps..un saluto a tutti dalle cicogne faentine!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

- Si crea ciò che il cuore pensa - @ElyGioia

Il Canto delle Muse

La cosa importante è di non smettere mai di interrogarsi. La curiosità esiste per ragioni proprie. Non si può fare a meno di provare riverenza quando si osservano i misteri dell'eternità, della vita, la meravigliosa struttura della realtà. Basta cercare ogni giorno di capire un po' il mistero. Non perdere mai una sacra curiosità. ( Albert Einstein )

Gli Orizzonti e Gli Sbandamenti di una 54enne in erba

Ogni giorno conto alla rovescia, gli orologi sono ripartiti da zero da quando ti ho incontrato

Viaggio al termine della notte

Alla fine della notte c'è un viaggio da iniziare..

Nel Mio Cuore

E' stolto il cuore che non capisce il suo sbaglio, in pianto cerca tra le stelle fiori appassiti. Rabindranath Tagore

ViaggiAmo

Esplora, condivivi, cogli l’attimo

nutsfree

ho finito le mollette per stendere veli pietosi

Mille Splendidi Libri e non solo

"Un libro deve essere un'ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi"

Suoni e Silenzi

Saporite gocce di quotidianità

Discover

A daily selection of the best content published on WordPress, collected for you by humans who love to read.

La leggerezza dell' anima

L'anima è leggera... quanto leggeri siano noi

L'Oriente è rosso

Luoghi, tradizioni e curiosità dall'Estremo Oriente

Pronte che si viaggia

Libere di scoprire il mondo in solitaria

Cuori e Ciliegie

“.. anche se incontrassi un angelo direi non mi fai volare in alto quanto lei”

Tramedipensieri

Lo scritto non arrossisce.

Nodi.Arsi.Sotto.La.Pelle

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: