Dell’auto, in un pedante pensiero…

Oggi ho passato tutta la giornata  guidando tra un sopralluogo e l’altro per Ravenna, sempre per il già troppo trattato ancora attuale lavoro.

Km e Km percorsi in auto, svolte, curve, ruote che girano e si consumano, incroci, rotonde, traffico, parcheggi ed ingorghi, sulle note del nuovo cd dei Modena City Ramblas, ovviamente tra i miei preferiti.  E nelle pause tante tante parole e enormi quesiti che attendevano me, accucciati fino ad oggi in riposo nella mente di orde di persone incuriosite dalla sicurezza sul lavoro nelle scuole.

Come solito, chissà poi perchè, sulla strada del ritorno, ancora destra sul cambio e sinistra sul volante, orecchie alla musica e stanchezza mentale, la mia immaginazione iperattiva ha iniziato a vagare nei pensieri vaghi e reconditi della assurda abitudine umana…

Ho riflettuto sulle auto e sul loro predominio sempre più scontato. Tra le altre cose ci vivo talmente tanto, sulla mia auto, che quasi fatico a vedermene liberata….

Bene. Provate anche voi. A ricreare la vostra vita quotidiana, il lavoro, la casa, gli amici, la spesa e quant’altro volete, quando ancora le auto e tutti motori erano fragili e luminosi embrioni nella mente dei loro creatori…

Quando ancora il mondo si percorreva a piedi, il tempo aveva un’altro significato e l’aria sapeva di pulito…

Incredibilmente riflettendo sul fatto che 100 anni fa quella che non immaginate nemmeno era la consueta normalità dell’uomo comune…solo 100 anni…nell’enigma del tempo…che sono solo un soffio di infinito….

Macchinina!

Auto Futuro Intuizioni Natura Tempo

Astralla View All →

Combatto tutti i giorni perchè questa visione limpida rimanga nelle mie corde, come se lo sguardo fosse sempre quello di un bambino, come un suono puro.

3 Comments Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

elena gozzer

Il mondo nel quale siamo nati è brutale e crudele, e al tempo stesso di una divina bellezza. Dipende dal nostro temperamento credere che cosa prevalga: il significato, o l'assenza di significato. (Carl Gustav Jung)

Non di questo mondo

Nel mio taschino c'è tutto quello che va conservato per non andar perduto.

Zana Aprillia

ONLINE NOTEBOOK

Korean Poetry in Translation

A collection of contemporary Korean poetry in translation

Suoni diversi beccati sul mio cuore

Quali immagini se non quelle del cuore?

La mia pasticceria

"Non c'è nessun dolce che può accontentare il palato se non è raccontato."

I tesori di Amleta

Qualcosa appare e scompare tra tanto buio e luce

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

il tempo di un caffè

riflessioni leggere in un mondo un po' pesante

Silosoforse

🎼🎹🎧 📸 ✍️ 🧳 musica, fotografia, poesia, viaggi, arte e pura follia🌺

Canzoni. Parole per te. Songs. Words for you.

Songs. Words For You. Racconto di te: che questo tempo mi hai dato. Scrivo di te: che questo tempo mi hai cambiato.

Il Confessionale di Luce Argentea

"Vivere non significa sopravvivere, ma dare energia al mondo e in primis a noi stessi!"

SkyWalk Viaggi

Tailor Made Travel

In viaggio con me

Devi vivere una vita avventurosa per raccontare storie straordinarie

Walking Mirrors

A simple diary of a low-fi walker

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: