Lettera ad un vecchio collega

Ciao Amico, ciao.

come va, come stai, tutto ok?

Mi rendo conto che col tempo e

Diventando un po’ più dura

Che la vita spesso cambia

Che fa sempre un po’ paura…

Ciao.

Ci siamo persi sai?

Chissà perché. Chissà come mai…

Tu là, io qua,

non più insieme così spesso, così obbligatoriamente insieme.

Belle giornate passate fianco a fianco

Degli sfoghi e dei complessi,

dei sorrisi e degli scherzi

più, mai, tornerà quel tempo a noi…

Perché si cresce, perché si cambia

O forse solo perché spesso

Nel cammino ci si perde…

Amico mio, compagno buffo di tante giornate,

chissà come stai,

dove sei, cosa fai,

chissà, soprattutto se ci si incontrarà di nuovo, mai.

La vita a volte è veloce e un po’ crudele

Lungo la strada si lasciano tracce.

Chissà amico, chissà, se nel TUO ricordo

HO lo spazio arioso che tu HAI nel MIO.

Un abbraccio forte, AMICO, vecchio collega.

Cambiamenti Futuro Intuizioni Lavoro Novità Ricordi Tempo Vita

Astralla View All →

Combatto tutti i giorni perchè questa visione limpida rimanga nelle mie corde, come se lo sguardo fosse sempre quello di un bambino, come un suono puro.

17 Comments Lascia un commento

  1. è strano come i colleghi siano una parte così importante della nostra vita, e però non sempre diventano amici. di quelli che ti porti dietro quando l’avventura lavorativa comune è finita, di quelli che chiami almeno una volta la settimana (in fondo ci si vedeva tutti i giorni, no?).
    è strano come abbiamo bisogno, per la nostra sanità mentale, suppongo, di tenere separate le sfere.
    bella dedica, immagino che apprezzerà 🙂

    Mi piace

  2. I legami forti non dovrebbero spezzarsi mai,
    nè con i cambiamenti di circostanze,
    nè con i “cambiamenti” naturali.
    Ho pochi rapporti così forti, ma quelli che ho,
    credo che sopravviveranno anche alla morte.
    Ti abbraccio forte forte…

    Mi piace

  3. per mia fortuna lavoro con le stesse persone da anni e quelli che un tempo erano miei colleghi ma per la precisione mie colleghe ora sono amiche di quelle che puoi dire ci conosciamo da una vita, abbiamo condiviso amori, dolori, lutti e nascite, matrimoni e divorzi, tutta una vita e sono così fortunata da lavorare a fianco, nella stessa stanza con una amica che lo era ancora prima di entrare qui.. quando si dice c…..

    Mi piace

  4. Mai post fu più azzeccato di questo…ho appena avuto notizia che un mio collega con il quale lavoro da quasi sette anni….con il quale ho condiviso gioie e dolori….tante giornate felici e altrettanto tristi quasi sicuramente ci lascerà per una nuova occupazione.
    Che tristezza….ma allo stesso tempo in bocca al lupo grande Uomo

    Mi piace

  5. Giuliana…spero che la dedica arrivi al destinatario, in tutti i casi è vero…con i vecchi colleghi tante volte si sprecano parole per non perdersi, poi, d’un tratto, si è già lontani…:(

    Giulia…fortuna che i legami quelli veri si portano fuori dall’ambiente di lavoro, anche se magari proprio lì vengono creati… 😉

    Freewriter…vero…l’ultima matriosca è quella più scrutata, come i colleghi alla fine sono quelli che passano la maggior parte del tempo con noi. 🙂

    Zefi…capita di aver fortuna…Silvia per esempio è nata come collega…ora non lo siamo più ma è diventata la mia pseudo sorella acquisita per scelta! 😀

    Orso…mi associo alla dedica all’Uomo!

    Ape…penso con il sorriso a quel simpatico personaggio che è il destinatario della dedica, e mi ricordo momenti di lavoro lieti. Da questo arioso… 🙂

    Mad riot…come sempre, mad, colpisci il centro del bersaglio…Non possiamo non scambiare nulla con una persona con cui passiamo gran parte della nostra giornata.

    Alberto…non scompaio mica non temere! Ho anche già pronto l’articolo di domani! 😉

    Vi abbraccio tutti, forte fortissimo!
    A domani…

    Mi piace

  6. Per Orso….per Uomo si intende chi credo io?!? Il cui nome inizia per L? Davvero se ne va?

    Per Astralla….ciao cara! Spero che il raffreddore stia passando. Il “collega” in questione ha per caso una parlata tipica di una regione del nord con qualche influsso di romagnolità?!? 🙂
    Se è lui, manca anche a me…

    Un abbraccione forte, a tutti!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

wwayne

Just another WordPress.com site

Andrea Federici - Travel photographer

My shots around the world

RUMORE

Interferenze radio e disturbi di segnale

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

La Mia Visione Della Vita

La nostra realtà è un caleidoscopico ed ignoto viaggio onirico

UnUniverso

Un Mondo Migliore

l'arte dei pazzi

a pazziella mman'i criature

MadinChina

Informazioni, curiosità e storie di ordinaria follia direttamente da Pechino

La poesia porta lontano - Poetry goes far away - 🇮🇹

Marco Vasselli's blog from 2006 - Powered by Sabina , Laura Lena Forgia, Alexis Ghidoni , Anna Guarraia, Carlo Gori, Giusy Brescianini♥ Dodicesimo anno ♥

🇰🇷Francesca in Corea🇰🇷

Una ragazza italiana in Corea del Sud

Atti effimeri di comunicazione

Collage poetici, prosa breve e oggetti sommersi.

adesempiopartire

risposta singola a domande multiple

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Lächeln.

Book of a Fangirl

luca701

DI TUTTO UN PO'

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: