La stella dei miei ricordi

Alzo gli occhi e la vedo, brillante contro il buio, che splende come faro per viandanti perduti…
La vedo mentre guido, lenta nella notte, mentre mi accingo a rientrare nel caldo della casa…
La scorgo all’orizzonte velata dal crepuscolo e mentre si riflette negli inconsapevoli occhi della gente di strada…
E’ una stella, la mia stella,
quella che trovo sempre, quando sono sola…
E’ bella e pulsa, sguardo quasi d’amore, mentre l’osservo con dolcezza, fiera e ancor diletta amica…
In realtà nemmeno so se davvero è una stella, o un pianeta, la parte visibile di una costellazione, o l’immaginazione…
Forse neppure la stessa ogni volta, quando vedo nel cielo notturno una luce pulsare…
Eppure mi scalda e come una carezza mi regala un sorriso…
Perché in quella luce io trovo chi ho amato, i cari del passato che la terra hanno lasciato, ritrovo i loro sguardi e i loro gesti, leggo propositi e consigli per me e a loro parlo con voce senza suono…
Non in un cimitero, triste sudario di una vita finita, io rinnovo i miei ricordi, i più cari e i più intimi, con nastri di raso rosso alla memoria allacciati …
Li ritrovo in quella stella, nella notte più piena, quando il silenzio è padrone e i sensi scorrono, perché in quei momenti, sola con il cielo, la mia stella brilla e canta per me la canzone più dolce dell’amore passato, quello mai dimenticato…

8 pensieri riguardo “La stella dei miei ricordi

  1. Sai Lara, mi hai commossa. Perché anch’io ho na mia stella.
    E’ diventata mia dal momento in cui una persona che amavo
    è andata in cielo arricchendolo del suo splendore.
    Da quel giorno le parlo e ogni sera la cerco.
    Quando la trovo mi rassicuro, perché so che veglia su di me.
    Sarei persa senza di lei e le mie notti sarebbero nere.
    Magari è vicina alla tua, magari la guardiamo insieme,
    tu lì io qui… Un abbraccio forte forte

    Mi piace

  2. Bella questa cosa! E’ molto profonda! Io quando le guardo, fra le stelle mi ci perdo. Non ne ho mai avuta una tutta mia, a cui poter pensare e volgere lo sguardo.
    Però tutte le volte che alzo lo sguardo al cielo, ed è così anche per mio fratello, tutte le volte il nostro sguardo cade sulla costellazione delle pleiadi. Sono piccole e minute come polvere, come polvre di stella.
    Un abbraccio,
    Paoletto da Viareggio.

    Mi piace

  3. sai, mi viene in mente il Re Leone, la scena in cui il re (padre) dice al piccolo Simba che le stelle sono i grando re del passato che guardano i loro figli e li proteggono e li guidano.
    chissà se è davvero così.
    un saluto

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...