Certezze e oneri del vivere in questo MONDO

1 (161)

VAGABONDO spesso con la MENTE e talvolta mi chiedo se PER ME sarebbe stato meglio vivere in un tempo in cui i CONFINI DELL’UNIVERSO erano le porte della CITTÀ, piuttosto che in un’EPOCA GLOBALE che ci consegna il MONDO tra le mani senza dare all’UOMO una durata fisica sufficiente per assaggiarne DAVVERO anche solo una piccola fetta.

Questo pensiero normalmente porta con sé una GRANDE MALINCONIA.
Ho però anche una CERTEZZA FERREA che mi accompagna e CANTA FORTE nel mio CUORE.

E’ una musica lieve e costante e ripete all’infinito che

le mani di un vecchio
il pianto di una donna
la risata di un bambino che gioca

e il cielo sopra le nostre teste

sono sempre/da sempre/per sempre UGUALI in tutto questo VARIOPINTO, GIGANTESCO, DANNATO MONDO in cui abbiamo l’ONERE e l’ONORE di passare la nostra INTERA vita.

Amore Blogroll dolore Intuizioni Libertà pensieri Personalità Rabbia Sensazioni Silenzio Tempo viaggi Vita

Astralla View All →

Combatto tutti i giorni perchè questa visione limpida rimanga nelle mie corde, come se lo sguardo fosse sempre quello di un bambino, come un suono puro.

7 Comments Lascia un commento

    • Anche a me alla fine… Troppi sono gli stimoli che mi mancherebbero profondamente, se la vita fosse quella di allora… Nasco curiosa di cose da vedere, sentire, leggere, imparare… La porta della città è un limite troppo grande, meglio la malinconia…

      Mi piace

      • Ma poi… malinconia perché? Forse perché la vita che ci si presenta ora andrebbe vissuta 24 ore su 24 per poterne godere davvero tutte le sue meraviglie? E invece mi pare di vedere che oggi le persone sono più stressate e più impegnate di prima. Quando parlo con loro su questo mi rispondono che “non hanno tempo”…… sarà per questo che ci assale la malinconia? E la paura?

        Piace a 1 persona

  1. Quanta verità in ciò che che scrivi. La sensazione preponderante per me, di fronte a questa realtà, è di totale impotenza. Non poter “assaggiare” il mondo intero come vorrei, mi disturba. Non sempre infatti è facile riuscire a godere davvero e solamente della NOSTRA fetta di universo, conoscendo, ormai, l’immensità di questo.

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

wwayne

Just another WordPress.com site

Andrea Federici - Travel photographer

My shots around the world

RUMORE

Interferenze radio e disturbi di segnale

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

La Mia Visione Della Vita

La nostra realtà è un caleidoscopico ed ignoto viaggio onirico

UnUniverso

Un Mondo Migliore

l'arte dei pazzi

a pazziella mman'i criature

MadinChina

Informazioni, curiosità e storie di ordinaria follia direttamente da Pechino

La poesia porta lontano - Poetry goes far away - 🇮🇹

Marco Vasselli's blog from 2006 - Powered by Sabina , Laura Lena Forgia, Alexis Ghidoni , Anna Guarraia, Carlo Gori, Giusy Brescianini♥ Dodicesimo anno ♥

🇰🇷Francesca in Corea🇰🇷

Una ragazza italiana in Corea del Sud

Atti effimeri di comunicazione

Collage poetici, prosa breve e oggetti sommersi.

adesempiopartire

risposta singola a domande multiple

Tutto sulla mia psicopatica vita almeno sine a quando ne avrò una

Parlerò di me della mia follia I miei pensieri e sogni irrealizzabili vi sfido a seguirmi

Lächeln.

Book of a Fangirl

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: