Elettricità

temporale

Il cielo improvvisamente diventa rosa, un rosa strano dietro queste nuvole apparse da chissà dove.
E’ in arrivo un temporale.
Lontani si sentono già i suoi borbottii.
Esco in terrazza e raccolgo velocemente gli abiti stesi ad asciugare.
Il cane mi segue come un’ombra, probabilmente riesce a sentire l’elettricità.
E’ terrorizzato dai temporali.
Il gatto invece è sul letto, quando rientro mi guarda e sbadiglia stirandosi piano.
E’ al centro della casa e poi, in effetti, non ha mai paura.
Orso si improvvisa cameramen ed esce a filmare il cielo che si illumina.
Non mi piace stare all’aperto quando ci sono i fulmini.
La mia soglia di allarme lampeggia di rosso e ragiono sulla possibilità di farlo rientrare.
L’aria diventa rarefatta.
L’umidità si respira, diventa sudore sulla pelle.
Il cielo continua ad accendersi di saette selvagge, da rosa è diventato plumbeo.
Da bambina mi raccontavano che i tuoni del temporale erano il rumore del Diavolo arrabbiato che correva sulla sua carrozza.
C’è effettivamente elettricità in giro, se avessi ancora i capelli lunghi i ricci occuperebbero tutti gli spazi.
Ogni tanto mi chiedo cosa provavano le persone all’arrivo delle tempeste prima di questa Era e mi spiego perchè pensavano a Dio.
Tutto è attesa, buio, luce improvvisa.
Sembra quasi di vedere una fune tesa fino al punto di rottura.
Un boato.
Uno schiocco.
La corda si è rotta.
Grosse gocce di pioggia cominciano a bagnare il selciato.
E’ UN TEMPORALE ESTIVO.

5 pensieri riguardo “Elettricità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...