Il gusto del BAROLO CHINATO

Goccia dopo goccia riempio il bicchiere del liquido RUBINO.

La bocca ne accoglie un sorso e viene colta di sorpresa dall’amaro sapore della china.

Gusto complesso, 

Aromatico e differente dal zuccherino piacere del passito e del moscato.

Un mondo alieno che profuma di spessore, 

dosato in piccole quantità.

Il vino si svela lento tra il sapore della medicina e arabeschi di zucchero.

È un percorso ad ostacoli verso la comprensione.

Alcool e spezie, tempo di attesa, temperatura.

Veste un nome pesante quando la sua corposa presenza.

Ci portano miele di cioccolato e biscotti.

Diffidente mescolo nel morso il dolce con l’amaro liquore.

Picchi frastagliati si fondono

In un equilibro denso di stupore e piacere.

Tutto quadra PERFETTAMENTE nel vibrare concentrico delle mie papille.

È un ragionamento, un’esperienza sensoriale.

E dentro ci leggo assonanze con i contrasti nascosti tra le pagine del tempo che scorre incessante dentro questa grande clessidra.

4 pensieri riguardo “Il gusto del BAROLO CHINATO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...