LAME

NON AVREI VOLUTO ESSERE ALTRO CHE MUSCHIO,

MI HANNO SEMPRE SCELTO COME SPADA.

 

Nelle linee della mano c’è una storia, la mia.

Mi chiedo cosa è meglio

tra la beata ignoranza

e la spaventosa conoscenza

di quello che in realtà

SIAMO

a fronte di quello che

CI ILLUDIAMO di ESSERE.

Nel mezzo, POI, ci sta il DESTINO

img_5558

 

Sviluppo di un blog

Prima di partire per Bologna per un sopralluogo riflettevo sullo spazio dei blog…

Pensavo alle conseguenze del post, ai commenti e alle risposte che a volte modificano il tema iniziale per divenire loro stessi argomentazione e racconto….

Il blog si evolve a spire attorno alle trattazioni più controverse, ai discorsi più importanti mentre si sviluppa come un fuoco d’artificio sui temi più leggeri, più facili, più divertenti…

Poi ancora, chi legge il blog di un altro interpreta il significato di ogni articolo secondo la propria ragione, il proprio sentimento…Magari devia un pò dal vero centro del post ma ci mette del suo…

Il blog serve come legante, per un saluto, un parere, una domanda disconnessa dal discorso…

E tanti altri entrano, leggono, raccongono ma non lasciano evidenti traccie di sè…Sono l’impronta lucida di una chiocchiola su di una foglia, nel mentre la chiocciola se n’è già andata via.

E’ uno strano mondo quello del blog, uno strano modo di comunicare. Dona tanto ma non sempre permette la chiara comprensione tra le persone. Solo con quelle più vicine e alllora non bastano due righe per modificarne la visione.

Infine l’incontro con la persona mi è capitato solo una volta…Strana sensazione di conoscenza e di estraneità nel contempo….Come essere stati ciechi fino ad allora, cogliendo le monime sfumature dell’animo ma non l’entità fisica…

L’imbarazzo della prima vista non viene stemperato dalla certezza di una profonda empatia, ci si rende conto di come sia completa la cognizione dell’altro assorbita attraverso le parole.

E nel contempo spazi non trattati sulla carta battuta rimangono in sospeso.

Ammetto che è fonte di tante domande questo mio blog.

Ma se il mondo va verso le conscenze virtuali, a partire dagli acquisti via internet ad arrivare a second life, credo che non ci sia modo migliore per iniziare.

…sempre poi con la volontà di conoscere di persona i personaggi più importanti, un contatto umano non può davvero mancare, completa il quadro.