LAME

NON AVREI VOLUTO ESSERE ALTRO CHE MUSCHIO,

MI HANNO SEMPRE SCELTO COME SPADA.

 

Nelle linee della mano c’è una storia, la mia.

Mi chiedo cosa è meglio

tra la beata ignoranza

e la spaventosa conoscenza

di quello che in realtà

SIAMO

a fronte di quello che

CI ILLUDIAMO di ESSERE.

Nel mezzo, POI, ci sta il DESTINO

img_5558

 

Il filo rosso del destino

img_0271

Rinascerò nella prossima vita

e il mio respiro mi racconterà di te

dentro le porte dei sogni che fioriscono nella notte più nera.

Bucherò il foglio con la forza delle parole non dette,

e inonderò rabbiosa le strade di inchiostro

perché nelle tracce di sconosciuti

disperatamente ti vorrò trovare.

Non sarà un mappamondo il confine di un desiderio

da decodificare attraverso le tue impronte,

chiavi di fuoco per il codice criptato della mia pelle.

Ti orbiteró intorno come un SATELLITE,

trattenuto dalla gravità di questo amore ritrovato.

Diventerò il MAGNETE

per rinnovare il tempo

di un filo rosso

annodato ai due capi di un destino senza fine.

Io TI RICORDERO’. 

Tu ASPETTAMI.

Struggimento

Struggimento

[strug-gi-mén-to]
Passione, desiderio, malinconia che dà tormento
sofferenza spirituale acuta, ma anche dolce, che tormenta lentamente

Strana trama appesantita che tesse la mia mente,
nostalgica dolcezza di luoghi sconosciuti, guardati osservati bevuti,
lontani, mai sfiorati con mano.
E’ l’innamoramento lento, voluttuoso di un Sogno
sole rosso su bianco orizzonte,
ideogrammi di una lingua che balla scivolando tra lingua e denti,
simboli infiniti che non mi stanco di ascoltare,
come acqua che scorre,
perdendone il senso ma cogliendone gli aromi.
E’ una terra a Melograno,
un Microcosmo a sé,
diverso, dannatamente così vicino.
Raccolgo briciole come per ritrovare la strada di casa,
Vaso di Pandora che nasconde cangianza ed oscurità.
Desidero, agogno, saturo i sensi di informazioni
come argilla a tracciare i contorni
nell’attesa polverosa di respirarne l’umidità,
di suggere l’intenso profumo di questa Terra che non vuole lasciarmi andare.

E’ l’altro mio Destino, quello scartato,
la Faccia dimenticata della Luna,

E’ STRUGGIMENTO..